testata ADUC
Tempi riconsegna cellulare in garanzia
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
2 settembre 2017 0:00
 
Buongiorno, il 01/04/2016 acquisto un iphone 6s plus presso il sito ECOMTEL.SHOP, PAGO CON BONIFICO E TRE GIORNI DOIPO RICEVO MERCE E FATTURA, tutto ok, sino a luglio 2017, il cellulare non emette suoni, accendo spengo, riavvio ripristino a nuovo, nulla da fare, chiamo Apple che mi fa eseguire un test in reta e mi sentenzia che c'è un problema, serio, prima di spedirlo però sarebbe meglio farlo vedere fisicamente presso un loro centro, scelgo il centro Apple di Torino Le Presso Le gru di Grugliasco. La diagnosi era la stessa, si è rotto l'altoparlante, anche senza urti può succedere, ribadisco che quel cellulare, dotato per'altro di custodia robusta, non mi è mai caduto, è strano ma è così.
Però per la garanzia devo rivolgermi al venditore, sono passati 12 mesi... e qui apro una parentesi...se la garanzia deve essere di due anni, perchè Apple ne concede uno solo? Siamo sempre un paese di serie B? Ok comunque mi rilasciano un foglio con su attestata la diagnosi.. nel quale si conferma che il cell deve essere sostituito, e che l'operazione è autorizzata da loro. Chiamo immediatamente la società, mi dicono di spedirgli via mail il foglio, cosa che faccio appena arrivato a casa. Mi confermano di spedirlo e prenotano loro il corriere, il cellulare parte il 10 luglio... da quel momento non se ne sa più nulla, per 5 settimane chiedo a che punto è la procedura, anni fa sostituii un iphone 4 ma in 4 giorni arrivò dall'olanda... più 4 giorni per la spedizione di quello da sostituire fanno 8.... mettiamoci un sabato e domenica e siamo a 10.. Qui siamo a 5 settimane.. il 12 Agosto i signori chiudono per ferie, mi viene risposto alla mia ennesima mail che non appena tornano in tempi rapidi mi diranno qualcosa, siamo al 1 settembre, ed ancora non si fanno vivi nonostante altre 2 mail che ho scritto... nel loro sito si fa menzione che non esistono tempistiche per le riparazioni.
Ora capisco che dovranno gestire migliaia di casi, ma a me... scusate che importa? devo essere io a farne le spese? Che si organizzino... siamo quasi al 10 Settembre e cosi fra una storia e l'altra siamo a 2 mesi.. inoltre... il costo residuo del cellulare supera le 500 euro.. e mi girano le scatole. Aggiungo che non solo non rispondono ma neppure si sono presi la briga di contattarmi per darmi almeno un ipotesi di consegna. Ora, ho letto che potrei scrivere loro una raccomandata o una mail con la pec e con firma digitale.. intimargli una tempistica di almeno 15 gg... e poi? Per ripagarmi del tempo e della scortesia di una assistenza post-vendita pessima? Gli chiedo un cellulare nuovo? Per ora mi limito a raccontare i fatti nei vari social... le mie recensioni sul loro sito sono state censurate... naturalmente. resta poi il timore che facciano la fine del sito degli Stockisti.. chiuso per evasione fiscale...
Grazie
Aldo, da Savona (SV)

Risposta:
le confermiamo che il comportamento del produttore e' stato corretto dandole un'attestazione di un difetto di produzione e indirizzandola al venditore per riparazione e/o sostituzione. La garanzia di due anni e' previsto dalla legge che sia applicata dal venditore e non dal produttore che, abitualmente, da questo servizio di garanzia per un solo anno, salvo accordi diversi. Qui la nostra scheda pratica sulla garanzia legale:
http://sosonline.aduc.it/scheda/garanzia+dei+prodotti+due+anni+carico+venditore_14358.php
Specificato questo, ci sembra che lei abbia ben individuato il metodo per sollecitare il venditore ad adempiere, la raccomandata A/R di diffida:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
Infatti la legge, sulla tempistica, non specifica nulla se non che ci devono essere accordi fra le parti, in assenza dei quali (ne faccia tesoro per un'eventuale prossima volta), conviene per l'appunto intimare formalmente.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori