testata ADUC
TRUFFA osmosi inversa+farmacie
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
15 marzo 2013 0:00
 
Buongiorno,
vi scrivo perché penso di essere vittima di una truffa bella e buona.
Tempo fa mi sono recata in farmacia ad acquistare un prodotto e mi hanno offerto la possibilità di fare gratuitamente un'analisi dell'acqua del rubinetto tramite un progetto chiamato "Progetto salute".
Ho accettato, e dopo aver fatto esaminare l'acqua da una rappresentante di una ditta di depuratori ad osmosi inversa, questa ci ha ovviamente invitato all'acquisto. A lei ho fatto una domanda molto chiara a proposito dell'eliminazione dei sali minerali dall'acqua (ne avevo sentito parlare a proposito delle caraffe con il filtro), e mi ha risposto di non preoccuparmi, poiché se vendessero un prodotto che toglie sali minerali venderebbero acqua distillata che NON è potabile.
Abbiamo fatto installare quindi il filtro in data 23 febbraio. Ora però, dopo un servizio televisivo, ci siamo documentati e quello che mi ha detto la signora è totalmente falso, oltre che dannoso.
Ormai sono passati più di 10 giorni, come facciamo a recedere dal contratto? Oltre ad averci dato risposte false, i signori di questa ditta sono coperti dalle farmacie, cosa che porta il consumatore a credere a una maggiore trasparenza e garanzia di salute. Non è una truffa? Vi ringrazio per la risposta
Giuliana, da MIlano

Risposta:
dopo aver riletto le clausole contrattuali e ponderato le conseguenze, si faccia valere con una lettera raccomandata A/R di messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php, denunciando l'inganno commerciale ai suoi danni e intimando la risoluzione del contratto oltre agli eventuali risarcimenti dei danni.
Se disattesa, questa la nostra scheda sul Giudice di Pace:
http://sosonline.aduc.it/scheda/giudice+pace_15959.php
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS