testata ADUC
Diritto di ripensamento - Fastweb e GeRi
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
3 maggio 2017 0:00
 
Salve, cerco di essere conciso. Mi rivolgo a voi per i continui fastidi che continuano a procurarmi Fastweb e la società di recupero crediti da loro sfruttata nei miei confronti, GeRi.
In data 20 maggio 2015 sottoscrivo un contratto telefonico con Fastweb per l'offerta Sky+Fastweb con attivazione gratuita e prezzo agevolato, che viene formalizzato in data 10 giugno. Il giorno 19 giugno, rendendomi conto che le condizioni specificate al telefono differiscono da quelle nel contratto, decido di esercitare il diritto di ripensamento, vale a dire il ritorno in Telecom senza nessuna spesa da sostenere come da legge e come anche specificato più volte dall'operatore.
Il ritorno in Telecom è burocraticamente un disastro, Fastweb continua a fatturarmi un'utenza che di fatto non c'è mai stata e addirittura rimango senza internet per un mese, ma comunque alla fine sono rientrato. Ovviamente non pago quelle fatture perché non sono più utente Fastweb.
Molto tempo dopo, a fine 2016, iniziano a farsi sentire i signori della GeRi che sostengono debba pagare tutti gli arretrati. Questa storia continua ad andare avanti ancora oggi, sia per mail, che SMS, che chiamate, ma lo stato attuale è che sono state stornate le fatture in più ma mi viene imputato un debito corrispondente al prezzo per RECESSO ANTICIPATO.
Posto il fatto che io ho esercitato il DIRITTO DI RIPENSAMENTO nei termini e modalità previste, con raccomandata A/R, e non un recesso anticipato che è cosa ben diversa, vorrei sapere come procedere anche alla luce della telefonata odierna, in cui l'operatrice del recupero crediti mi ha detto di "aver chiuso negativamente la procedura bonaria di recupero crediti".
Sono francamente provato e affranto da questa vicenda.
Vi ringrazio
Aldo, da San Secondo (PG)

Risposta:
forte delle ragioni qui esposte, eviti ogni interlocuzione con loro, ignorandoli fino a quando non le pervenga una (improbabile) messa in mora per raccomandata AR: allora potra' opporsi alle richieste con altrettanta formalità allegando la copia del testo del recesso inviato.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori