testata ADUC
wind-tre fatture insolute post fine vincolo
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 febbraio 2020 0:00
 
buon giorno continuo a ricevere delle telefonate da parte di agenzia recupero tre-wind che mi invitano, bonariamente, al pagamento delle fatture insolute senza darmi ulteriori informazioni. sono stato al centro tre dove mi hanno detto che si tratta di fatture per abbonamento servizi internet di tre-wind.
premetto che ho acceso con la tre un contratto in abbonamento e vendita a rate di uno smartphone associato a una usim in aggiunta una chiavetta internet sempre con sim associata il cui abbonamento ariffa internet è sempre stata fatturata e addebitata sulla mia carta di credito. il fine vincolo di tale abbonamento è stato il 03 aprile 2019. ma la tre ha continuato, per altre due mensilità, a fatturare l'abbonamento ariffa dati sulla usim allegata alla chiavetta internet fino a quando hanno cessato la sim per morosità. Vorrei sapere se devo pagare queste fatture nonostante che io gli abbia scritto, sia a mezzo mail che pec, la mia volontà di cessare il rapporto contrattuale con loro alla fine del termine del vincolo?
ps: sottolineo che la mail di recesso è stata sottoscritta non menzionando il codice contratto specifico di entrambe le simdispositivi ma semplicemente con riferimento "sim dati a me intestata", grazie
Pietro, dalla provincia di PV

Risposta:
innanzitutto può non tenere conto delle telefonate di sollecito in quanto per produrre effetti giuridici, esso deve risultare da lettera racc.ta a/r o PEC.
CIO' DETTO, LEI HA ESERCITATO IL DIRITTO DI RECESSO IN TEMPO UTILE PRIMA DELLA EFFETTIVA SCADENZA ONDE BLOCCARE IL RINNOVO AUTOMATICO.
Ma avendolo fatto per via e-mail si presta a negazione; perciò rinnovi la disdetta allegando la precedente e-mail. Tuttavia non può esimersi dal pagare rate arretrate inerenti gli accessori avuti, che devono risultare dalle fatture insolute.
Questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori