testata ADUC
Prescrizione tasse universitarie
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 febbraio 2020 0:00
 
Buongiorno
Nel 2009 ero iscritta al primo anno della facoltà di tecnologie alimentari a Grugliasco, Per mia colpa non ho frequentato più li studi già dal primo trimestre ma non mi sono ritirata pagando solamente la prima rata dell’anno.
A casa non sono mai arrivati solleciti di pagamento ma quando l’anno scorso decisi di iscrivermi ad un corso di laurea online mi e’ stato chiesto se avevo già avuto una precedenza carriera universitaria e se si dimostrare la decadenza agli studi.
Contattai la segreteria di grugliasco dove scoprii di avere ancora la posizione aperta e con un debito non solo della seconda rata più mora ma anche del successivo secondo anno al quale non mi ero per mia consapevolezza mia iscritta a meno che non fosse scritto in piccolo nel contratto!
Ora mi e’ Stato detto che solo dopo 10 anni non essendoci regolamento interno a Torino le tasse vanno in prescrizione... la mia domanda e’ Essendo che con il 2020 siamo a 10 e non essendomi io mai iscritta al secondo anno posso finalmente considerare chiusa la carriera con quest’anno o no se si ci vuole qualche sentenza, come posso fare per essere libera di riprendere gli studi senza dover pagare tutti quei soldi che tra l’altro sono ammontati a circa 4000 euro tra tasse e more varie
Grazie
Francesca, dalla provincia di TO

Risposta:
se lei non ha presentato la rinuncia agli studi universitari risulterà in debito per gli anni successivi indipendentemente dalla iscrizione.
La domanda di rinuncia agli studi è un atto formale con cui si chiude la carriera universitaria: dovrà essere compilato un modulo online secondo le modalità e i tempi previsti dall'ateneo, essere in regola con le tasse arretrate, stampare la domanda e consegnare tutto in segreteria insieme ad una marca da bollo, libretto universitario e tutti i documenti richiesti. La domanda di ritiro dall’università può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, l’importante è aver pagato tutte le tasse arretrate.
A prescindere da quanto sopra, la prescrizione quinquennale vale anche per le tasse universitarie, che rientrano in quei pagamenti da esigere annualmente. Se non sono stati richiesti con solleciti o avvisi di mora, faccia valere la prescrizione per quelli oltre i 5 anni pagando il resto degli arretrati.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori