testata ADUC
Idraulico fraudolento
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
9 novembre 2019 0:00
 
Buongiorno,
questa estate io e mio marito abbiamo chiamato un idraulico consigliato da
conoscenti per farci installare 3 split e 2 motori Daikin nella nostra abitazione.
Abbiamo acquistato le macchine con regolare fattura e pagamento con bonifico per detrazione fiscale concordato con il commercialista. L’impianto dei condizionatori era già stato predisposto 5 anni fa durante la ristrutturazione dell’appartamento.
Concordiamo un preventivo a voce di €650 sulla fiducia.
Fissiamo l’appuntamento per l’installazione in data 8/06. Terminato il lavoro (unica giornata dalle 12 alle 19) paghiamo €500. Concordiamo con l'idraulico che salderemo gli €150 rimanenti nella settimana successiva, una volta consegnato il certificato di conformità di installazione.
Il giorno dopo accendiamo i condizionatori e 1 motore e 2 split (1 sala e cucina, 1 camera da letto matrimoniale) risultano non funzionare correttamente (non raffreddano e dopo un po' si spengono automaticamente).
Abbiamo contattato subito l'idraulico, che adducendo varie scuse reiterate nel tempo, è tornato a verificare l'impianto solo dopo 2 settimane, senza però riuscire a risolvere il problema e dando la colpa ad un difetto di fabbricazione dei condizionatori.
Ci consiglia quindi di rivolgerci all’assistenza Daikin in garanzia.
I tecnici della prima uscita constatano che i condizionatori non funzionano perchè i collegamenti idraulici non sono stati fatti a regola (cartelle spanate) e ci consigliano ulteriori accertamenti sulle macchine e sull’impianto che durano fino inizio agosto.
Le verifiche confermano che i problemi derivano da errata installazione, siamo quindi costretti a pagare €55 e €477 in due fatture perchè le verifiche non sono coperte dalla garanzia.
L’idraulico, informato costantemente sui fatti, da prima ci promette un risarcimento ma poi inizia a negarsi e adduce molte scuse di natura economica, nonostante il nostro continuo sforzo di accordarci civilmente per recuperare almeno l’importo delle fatture Daikin.
Arriva perfino ad accusarci di aver falsificato suddette fatture con l’intento di estorcergli denaro. Ci informa inoltre che non possiamo dimostrare che sia stato lui a fare l’installazione perchè non ci ha rilasciato fattura. Tralasciamo gli insulti di natura personale.
Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto da lui né fattura né certificato di installazione per il lavoro svolto. Abbiamo passato l’estate nell’unica stanza della casa in cui il condizionatore funzionava. Siamo molto delusi e arrabbiati per aver dovuto subire tutto questo e perchè abbiamo perso molto tempo e denaro.
Ci rivolgiamo a voi per capire come procedere anzitutto per denunciare la condotta fraudolenta e dannosa dell’idraulico e cercare poi di stimare, richiedere e recuperare i danni patrimoniali e morali arrecatici.
Francesca, dalla provincia di MI

Risposta:
Si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php nella quale contesta quanto accaduto, chiede le fatture per gli importi pagati, intima che l'idraulico provveda alla conclusione del lavoro a regola d'arte e chiede il risarcimento dei danni subiti. Per la quantificazione, ha sicuramente le fatture Daikin, potrà chiedere il risarcimento di eventuali altri danni patrimoniali documentandoli.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori