testata ADUC
Disattivazione utenza luce
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
14 settembre 2020 0:00
 
Buonasera,  Chiedo gentilmente se in seguito a quanto ora descriverò, avrei diritto ad un risarcimento. br /> L'inquilina uscente aveva chiesto all'Eni l'interruzione delle utenze, gas al 28/08/2020, luce al 31/08/2020. Lei usciva il 31/8 io dovevo entrare nel monolocale l'01/09/2020. La sua richiesta all'Eni era del 4/8. Dall'8/9 io ho iniziato a chiamare l'eni, lei ha inviato un fax per richiedere l'annullamento della richiesta per poter permettere a me di fare una voltura e io sempre con un fax chiedevo la stessa cosa perché dovevo entrare l'1/9 e in più dovevo lavorare in smart working,scrivendo che mi trovavo perciò in seria difficoltà. Ho fatto numerose chiamate quasi tutti i giorni per un mese fino al 5/9 non solo io ma anche la vecchia inquilina e infine anche la proprietaria di casa, ricevendo risposte sempre diverse dagli operatori, qualcuno rispondeva che si poteva fare, qualcuno che non si poteva fare. Un giorno assicuravano che non avrebbero mai staccato il giorno dopo invece che avrebbero staccato. Il 28/8 la vecchia inquilina annulla l'appuntamento che i tecnici chiedevano per staccare il gas, l'eni in seguito a ciò invia una email dicendo che annullavano la richiesta di disattivazione gas. Vado in casa e il giorno 5/9 entro per rimanere in casa e la luce era stata staccata. Conseguenza.. non ho potuto completare il trasloco, non sono potuta rimanere, non ho potuto lavorare lì, nonostante il pagamento già effettuato del canone di affitto. Ora sono da un'amica che mi ospita per lavorare e soggiornare. Ho chiesto un subentro lo stesso 5/9, ad oggi non hanno ancora attivato la luce. Ho fatto oggi stesso un sollecito per richiesta urgente. Scusate le tante parole ma volevo cercare di spiegare al meglio. Grazie, se potete farmi sapere cosa posso fare. Mi sembra di aver subito qualcosa che non dovevo subire e che una procedura Eni possa essere rivista se ci sia necessita di vivere in una casa e lavorare lì in smart working. Se non avessi avuto un appoggio quali sarebbero state le conseguenze per me? Per non parlare delle conseguenze emotive che sto vivendo dall'8/9 ad oggi. Nessuna 'procedura informatica' può essere più importante di una 'persona'. Grazie ancora. A presto br /> Gigliola, dalla provincia di RM

Risposta:
il gestore ha l'obbligo di effettuare la voltura entro un termine preciso, superato il quale scattano gli indennizzi automatici; per maggiori dettagli consulti la ns. scheda https://sosonline.aduc.it/scheda/energia+elettrica+guida_14556.php
Dopo di che questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna entro 50 giorni, fare un tentativo di conciliazione presso l'Autorita' dell'energia Arera (ex Aeegsi):
http://sosonline.aduc.it/scheda/energia+elettrica+gas+conciliazioni+obbligatorie_25396.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, si potra' fare causa presso il proprio giudice di pace, anche senza avvocato per importi inferiori a 1.100 Euro:
http://sosonline.aduc.it/scheda/giudice+pace_15959.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori