testata ADUC
Diffida ad adempiere per mancato recapito bollette
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
31 luglio 2022 0:00
 
Salve, come da oggetto, vorrei inviare una formale richiesta di porre rimedio al problema indicato: da circa 6 mesi non ricevo più le bollette da parte del fornitore dell'acqua del mio comune. Vorrei chiedere: posso indicare la necessità di non addebitarmi eventuali interessi di mora sugli importi a debito? Posso -anche in questo caso- specificare che trascorso infruttuosamente il termine indicato ricorrerò all'autorità giudiziaria? Mi scuso per la singolare richiesta ma essendo una problematica che affronto per la prima volta, non so quale sia la forma migliore da dare alla richiesta. Grazie,
Italiano, dalla provincia di RM

Risposta:
certamente, se non inviano bollette, non possono addebitare more per ritardato pagamento. La normativa (Atto 655/2015/R/idr articoli 36, 37 e 38) prevede che l'utente debba ricevere:
- 2 bollette all'anno, con cadenza semestrale, per consumi medi annui fino a 100 metri cubi (mc);
- 3 bollette all'anno, con cadenza quadrimestrale, per consumi medi annui da 101 mc fino a 1000 mc;
- 4 bollette all'anno, con cadenza trimestrale, per consumi medi annui da 1001 mc a 3000 mc;
- 6 bollette all'anno, con cadenza bimestrale, per consumi medi superiori a 3000 mc.
Se non viene rispettata la periodicità prevista per la sua fascia di consumo, lei avrà diritto ad Euro 30,00 di indennizzo per ciascuna fattura inviata in ritardo (diventano 60 Euro se il ritardo è superiore a doppio della cadenza prevista, e 90 Euro se il ritardo è superiore a triplo).
Si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS