testata ADUC
Bundle forzati per l'acquisto della console PlayStation 5
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
31 luglio 2022 0:00
 
Buongiorno, chiedo un vostro consiglio sul tema dei bundle imposti dai rivenditori per l'acquisto di una console PlayStation 5. Come è risaputo, la console è molto difficile da trovare per via delle difficoltà di produzione date dalla mancanza di materie prime. I negozianti impongono quindi dei "bundle" forzati, ovvero dei pacchetti che prevedono la console, 1 o più giochi, un controller aggiuntivo e/o combinazioni di servizi non richiesti (es. l'estensione di garanzia). Questa pratica fa crescere il prezzo per accedere alla console di parecchio. La console ha un prezzo consigliato al pubblico di 499 Euro, ma con il bundle si arriva a 650 Euro e in alcuni casi si supera perfino questa soglia. Vorrei capire se questa pratica - condivisa da tutte le insegne principali come GameStop, Mediaworld, Unieuro per citarne alcune - è del tutto legale, oppure se noi clienti possiamo opporci e pretendere di acquistare la console senza il bundle. Anche perché, avendo tutti i negozianti una simile proposizione, sembra che ci sia una sorta di cartello per evitare che si vendano solo le console.
Raffaele, dalla provincia di MB

Risposta:
l'offerta maggiorata è legale nella misura in cui il commerciante non abbia un contratto col produttore che gli imponga un prezzo di vendita. Ci dice che esiste un "prezzo consigliato"... quindi è possibile che questa imposizione non ci sia.
Per il fatto che tutti i rivenditori applicano questo sovraprrezzo, faccia una segnalazione allo sportello del Garante della concorrenza e del mercato
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS