testata ADUC
soluzioni green accumulatori di energia
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
12 giugno 2019 0:00
 
In data 19.05.2018 ho sottoscritto una proposta di adesione per l'acquisto di un accumulatore XL LITHIUM ALG. Il consulente commerciale della Soluzioni green srl ha provveduto a verificare il mio consumo medio e per ottimizzare l'energia prodotta dal mio impianto fotovoltaico mi ha consigliato l'acquisto dell'accumulatore e a fronte di questo mi ha proposto:
- acquisto dell'accumulatore XL LITHIUM ALG finalizzato ad accumulare l'energia generata dal mio fotovoltaico e per poi consumarla durante le ore dove l'impianto stesso non produce energia.
- un contratto di fornitura di energia elettrica calibrato alle mie esigenze finanziarie, cioè le fatture sarebbero dovute essere pari a zero grazie ad un contributo finanziario di € 1.000 una tantum e un contributo sul consumo sulla materia prima di 3.500Kwh annui.
Ad oggi ho ricevuto le bollette per i primi due bimestri set/ott e nov/dic 2018 e il contributo finanziario si è già esaurito, mentre quello relativo al consumo copre soltanto la materia prima (indicativamente il 10% della fattura).
Dalle bollette risulta un consumo di Kwh 3197 da settembre a dicembre 2018, quindi la valutazione non corrisponde ai miei consumi pertanto l'accumulatore non è idoneo in quanto il mio consumo di energia è di gran lunga superiore a quanto io potrei accumulare.
Con questa lettera ho richiesto la risoluzione del contratto in considerazione in quanto il contratto non corrisponde alle valutazioni tecniche e commerciali fatte dai vostri consulenti.
Ad oggi non ho avuto alcuna risposta da Soluzioni Green, vorrei una vostra consulenza su come comportarmi.
Cordiali saluti
Valentina, dalla provincia di RM

Risposta:
fatta presente la situazione alla società Soluzioni green, insista per la l'annullamento del contratto del contratto fondato su errore (1427 e segg. c.c.); il suo consenso era derivato da errata valutazione tecnico-commerciale dei tecnici.
Le conseguenze sono la restituzione dell'accumulatore e del prezzo pagato, salvo il risarcimento del danno.
Si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
Nel caso in cui la società non accolga la sua richiesta, può scegliere se attivare un tentativo di conciliazione stragiudiziale presso la camera di commercio o il Giudice di Pace, oppure adire le vie legali. Qui le schede sull'argomento:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+camera+commercio_11797.php
http://sosonline.aduc.it/scheda/giudice+pace_15959.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori