testata ADUC
Batteria autovettura e garanzia di legge
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
26 agosto 2011 0:00
 
Salve. In ottobre 2009 da privato cittadino ho acquistato una batteria nuova per la mia auto; in data odierna (22.08.2011) la batteria mi ha lasciato per strada in quanto non dava segni di vita, praticamente morta. Quanto sopra a 40 km. da casa. Con l'aiuto di due persone giovani (io ho 71 anni) che mi hanno spinto sino ad una strada in discesa sono riuscito a far ripartire l'auto. Tornato a casa mi sono recato immediatamente dal venditore della batteria che ha costatato l'effettiva morte della medesima ed ha provveduto a rimettermene un'altra di pari potenza. Premetto che prima di recarmi dal venditore sono passato presso un'officina specializzata che mi ha confermato la diagnosi da me empiricamente fatta, consigliandomi di richiedere la sostituzione del bene in quanto non ancora scaduti i due anni di garanzia. Alla luce di quanto sopra confermatomi, nel momento del mio congedo dal venditore, costui mi ha richiesto il pagamento dell'importo della batteria sostituitami, al che ho ribadito che essa ancora in garanzia in quanto il termine è di anni 2 e non 1 come affermato dallo stesso. Dopo una discussione accesa ho affermato categoricamente il mio diritto alla sostituzione gratis e sono andato via. CHIEDO PERTANTO UN VOSTRO ILLUMINATO PARERE IN MERITO AL FATTO DI CUI SOPRA. In attesa di un cortese riscontro, ringrazio e porgo i miei cordiali saluti.
Claudio, da Castel Del Piano (GR)

Risposta:
la garanzia per il consumatore e' di due anni per legge (Codice del consumo, d.lgs.206/2005), ma forse il venditore intendeva concederle solo quella del produttore della batteria, che lecitamente potrebbe essere anche di durata minore, trattandosi di una garanzia contrattuale. Il punto semmai e' che avrebbe dovuto fin da subito contestare al venditore la presenza, sulla batteria, di un vizio chiarendo quindi che la sostituzione doveva essere gratuita, anche considerando che la legge specifica che dopo sei mesi dall'acquisto il difetto va dimostrato (e nel suo caso poteva bastare far riferimento al parere dell'officina). Stante il fatto che lei e' nella ragione, speriamo che non debba arrivare a difendersi davanti ad un giudice (visto il disaccordo). Qui trova informazioni sulla garanzia di legge:
http://sosonline.aduc.it/scheda/garanzia+dei+prodotti+due+anni+carico+venditore_14358.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori