testata ADUC
richiesta risarcimento danni
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 maggio 2019 0:00
 
Buongiorno,
il giorno 5 maggio a causa del forte vento (raffiche oltre i 70 km/h) sono state abbattute diverse piante nel terreno di mia proprietà.
Una di queste e' caduta sulla strada e ha causato il danneggiamento di due pali dell'illuminazione pubblica.
Ci hanno mandato una fattura di risarcimento danni di 1800 euro (da parte dell'ENEL) per sostituzione dei pali (oltre a 500 euro circa per demolimento pianta e pulizia strada).
Vorrei una vostra consulenza per capire se posso contestarla e quale deve essere la modalità per un eventuale ricorso vista l'eccezionalità dell'evento documentato dall'allerta arancione per quel giorno che ha causato diversi danni nella provincia (VARESE)
Grazie mille
Antonella, dalla provincia di MI

Risposta:
Forze incoercibili o imprevedibili della natura quali raffiche di vento di velocità e potenza eccezionali integrano il caso fortuito che esclude la responsabilità del danno cagionato dalla cosa in custodia. Nel caso di specie - ove l’attrice domandava il risarcimento del danno patito per essere stata colpita da un cartello pubblicitario distaccatosi da una pensilina della fermata del bus - il Giudice (Tribunale di Como, sentenza 27 giugno 2018) ha accertato la sussistenza, nell’ora e nel luogo del sinistro, di forti raffiche di vento, di intensità di gran lunga superiore alla media, documentate da apposite rilevazioni dell’Arpa e ha ritenuto che esse integrassero un’ipotesi di caso fortuito (ex 2051 cc) escludendo la responsabilità del soggetto tenuto alla custodia della pensilina.
Può opporsi alla richiesta di risarcimento danni, con lettera di diffida a/r, citando la giurisprudenza conforme e provando la eccezionalità dell'evento.
Per un esempio di diffida :
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori