testata ADUC
Reso alternatore
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
12 giugno 2019 0:00
 
Ho recentemente effettuato il reso, in garanzia, di un alternatore a causa di un difetto. Il venditore, un ricambista della mia città, constatato il problema, mi propone di sostituirlo con uno della stessa marca, ovviamente nuovo. Avrei preferito che mi rendesse la somma di 240,00 euro pagata per l'acquisto, ma purtroppo non se ne parla. Alcune domande:
1) Posso esigere il reso della somma in luogo della sostituzione?
2) Per questo nuovo alternatore, godrò di un anno di garanzia supplementare ed eventualmente quale documento dovrò farmi rilasciare dal venditore per la validazione della data della nuova garanzia?
3) Ho diritto al rimborso delle spese di officina, avendo portato io, a suo tempo, l'alternatore al mio meccanico.
Cordiali saluti
Carlo, dalla provincia di ME

Risposta:
Qui la nostra scheda pratica sulla garanzia legale:
http://sosonline.aduc.it/scheda/garanzia+dei+prodotti+due+anni+carico+venditore_14358.php
Le risposte alle sue domande:
1 - la legge dice che dovete mettervi d'accordo.
2 - la legge di cui sopra (garanzia di legge) vale due anni dalla data del primo acquisto. Per garanzie supplementari vale un qualunque documento a prova che le venga rilasciato.
3 - crediamo di no, perché per usufruire della garanzia avrebbe dovuto concordare l'intervento con chi le fornisce questa garanzia, il commerciante per l'appunto.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori