testata ADUC
Multa arrivata ad un altro indirizzo
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
11 giugno 2019 0:00
 
Buongiorno, vorrei gentilmente un parere legale. A Novembre mi sono trasferito in un altro indirizzo, purtroppo per problemi derivanti dai dipendenti del Comune di Roma, la pratica di cambio residenza è stata avviata il 7 dicembre 2018. Oggi 10/6 è arrivata una raccomandata per accertamento di violazione di un verbale che non ho mai ricevuto. Ho scoperto che il verbale era stato mandato al mio vecchio indirizzo e non ne avevo avuto avviso. Ho richiesto al comune di Veroli, che ha fatto la multa, il primo verbale, nel quale è indicata la data 11/1/2019 come avviso di ricevimento. Sommando il primo verbale al secondo arrivato oggi, sono più di 600 euro da pagare per un eccesso di velocità di 10 km sopra il limite. Ci sono i termini per il ricorso? Grazie. Cordiali Saluti
Arianna, dalla provincia di RM

Risposta:
premesso che all'epoca dei fatti lei era residente dove dicono che le è stato recapitato il verbale... quindi sotto questo aspetto il Comune sarebbe in regola, non ci dice se la notifica risulta tale per avvenuta giacenza (hanno lasciato il cartellino e nessuno è andato alle Poste a ritirarla) o meno. Perché nel primo caso, essendo la notifica fatta all'indirizzo giusto, sarebbe avvenuta dopo il 10mo giorno di deposito dell'avviso alle Poste, e quindi sarebbe regolare. Se invece la notifica non l'hanno spedita o l'hanno inviata oltre i 90 giorni da quando è stata commessa l'infrazione, il verbale sarebbe opponibile. Qui il modulo per eventualmente fare ricorso:
http://sosonline.aduc.it/modulo/ricorso+al+giudice+pace+contro+multe+al+codice_7418.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori