testata ADUC
Come comportarsi in caso di morte del genitore
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 aprile 2019 0:00
 
Buonasera, mia sorella è in fase terminale per un tumore. Tra pochi mesi salderà l'ultima rata del mutuo per la casa. Ha acceso un prestito personale di 70.000 euro con la findomestic, con assicurazione vita, più un debito con banca ifis.
Vi chiedo un consiglio per come trattare con le due finanziarie e proteggere il figlio (19 anni)disoccupato. 1) In caso di decesso le rate vanno continuate a pagare o dopo aver avvisato le 2 finanziarie è meglio non pagare fino alla definizione? 2) è obbligo delle finanziarie accettare un saldo/stralcio della posizione? insomma, come muovermi? grazie
Alessandro (RM)

Risposta:
alla morte del de cuius, i debiti e i beni passano all'erede che abbia accettato l'eredità. Infatti il chiamato può anche rinunziare alla eredità. La situazione debitoria è quella all'apertura della successione. La finanziaria non è obbligata ad accettare un saldo/stralcio se non è concordato col debitore o di chi ne fa le veci.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori