testata ADUC
Causa legale vinta ma nessun rimborso
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 maggio 2019 0:00
 
Buona sera,
vi chiedo se è possibile contattarvi riguardo ad una causa legale che abbiamo vinto (io e mia moglie) ma senza ricevere quanto ci aspettava.
In breve: avevamo acquistato una cada nuova dal costruttore attraverso un'agenzia che ha svolto tutti i controlli.
Passa qualche mese e al costruttore gli pignorano i beni compreso l'appartamento del contratto pattuito e caparra versata.
Vinciamo la causa, la società s.r.l. va in fallimento, subentra il procuratore fallimentare ma i beni non coprono tutte le spese.
Prima le banche e a noi nulla.
Cosa possiamo fare?
Possiamo richiedere all'amministratore della s.r.l.?
Vi chiedo un consiglio perché il legale che ci ha seguiti e del quale purtroppo non ci fidiamo più molto, ha detto che non si può fare nulla.... abbiamo perso tutto!
C'è un'altra strada per ricevere giustizia?
Vi ringrazio moltissimo.
Massimiliano, dalla provincia di PV

Risposta:
purtroppo quando interviene un fallimento la Legge espressamente prevede l'ordine in cui i creditori debbano essere soddisfatti.
Le banche, al pari dell'Agenzia delle Entrate, sono sempre i primi e successivamente arrivano i lavoratori.
Tutti gli altri devono presentare istanza di ammissione al passivo e sperare che vi siano abbastanza beni per poter ottenere il rimborso.
Da quanto ci descrive dopo aver pagato le Banche nulla è rimasto.
Dubitiamo, quindi, che Voi possiate ricevere qualcosa anche se siete entrati nel fallimento.
Non è possibile rivalersi nei confronti dell'Amministratore poiché questo è ritenuto responsabile se non quando sussiste la violazione dei doveri di diligenza professionale.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori