testata ADUC
Utilizzo fondi libretto minore
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 ottobre 2020 0:00
 
Buongiorno, il figlio (6 anni) della mia compagna-convivente (sono entrambi sullo stato di famiglia, lei è attualmente disoccupata ed il mio è l'unico reddito), percepisce una pensione di reversibilità dal proprio padre deceduto. L'accredito gli viene fatto su un libretto aperto a suo nome. Può la mamma fare dei prelievi ed utilizzare quei soldi per soddisfare le necessità ordinarie del bambino o, è necessaria ogni volta, l'autorizzazione del giudice tutelare? Se lo fosse, ma solo per le spese straordinarie e non quelle ordinarie, quando una spesa può essere definita straordinaria? Infine: oltre alla suddetta pensione alla mamma spetta qualche altro tipo di aiuto economico per il mantenimento del figlio? Concludo precisando che lei risiede in Italia da circa 15 anni, ma che non ha ancora la cittadinanza italiana, essendo di origine albanese.
Il valore ISEE della nostra famiglia è circa 17.000 €. Grazie mille e cordiali saluti.
Federico, dalla provincia di TR

Risposta:
escludiamo che la mamma possa liberamente prelevare denaro dal libretto intestato al minore. Una semplice conferma di quanto detto la può ottenere chiedendo alla banca se le consente liberamente tale prelevamento.
Consideri, poi, che la richiesta al Giudice Tutelare potrebbe anche essere volta ad ottenere un'autorizzazione una tantum all'utilizzo continuativo delle entrate economiche del minore (o di una parte di queste) per le esigenze del minore stesso.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori