testata ADUC
Amicopolis: cosa rischiano i semplici clienti?
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
8 giugno 2018 0:00
 
Vi siete già occupati del social network "Amicopolis" affermando che è una piramide finanziaria.
Le persone comuni iscritte al social, che lo usano giornalmente e che non hanno mai investito soldi reali in esso, ma maturano crediti con le proprie azioni (crediti da spendere nello shop annesso o da riscuotere una volta arrivati alla soglia prevista di 300€) sono coinvolte come queste persone o sono parte lesa?
Il problema in cui possono incorrere è quello di perdere tutti i crediti maturati e quindi non poter mai riscuotere o mai acquistare, oppure se la piramide finanziaria crollasse dovrebbero risponderne loro stessi sborsando di tasca propria?
Maria (MC)

Risposta:
I semplici clienti non rischiano alcunché, se non aver impiegato tanto tempo a vuoto. Il problema per loro al massimo sta nel -sincero- passaparola che porta gente alla piramide.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori