testata ADUC
Notifiche via posta, l'avviso di ricevimento è essenziale (Cassazione sentenza n.23470 del 6/10/2017)
Scarica e stampa il PDF
Sentenza 
6 ottobre 2017 0:00
 
"La notifica a mezzo del servizio postale non si esaurisce con la spedizione dell'atto, ma si perfeziona con la consegna del relativo plico al destinatario e l'avviso di ricevimento prescritto dall'art. 149 cod. proc. civ. è il solo documento idoneo a provare sia l'intervenuta consegna, sia la data di essa, sia l'identità della persona a mani della quale è stata eseguita; ne consegue che, ove tale mezzo sia stato adottato per la notifica dell'avviso di accertamento, la mancata produzione dell'avviso di ricevimento comporta conseguentemente l'invalidità della notifica, e l'illegittimità della cartella di pagamento basata sull'avviso di accertamento, in quanto non preceduta dalla regolare notifica al contribuente dell'avviso predetto" (Cass. ordd. nn. 14861/12, 2790/16, 23213/14).
Sull'argomento si veda anche la sentenza di Cassazione n. 879/2016.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori