testata ADUC
Todomondo, Avitoru e MyAir. Cosa fare
Scarica e stampa il PDF
Modulo 
21 novembre 2009 7:58
 

Il tribunale di Genova ha dichiarato il fallimento della Todomondo S.p.A. (sentenza n. 74 dell'1.10.09), che l'estate 2009 ha lasciato a piedi migliaia di viaggiatori. La stessa sorte e' toccata alla compagnia aerea Myair.com S.p.A. (tribunale di Vicenza, sentenza n. 92 del 29.10.09) a seguito della revoca della licenza da parte dell'Enac.
Purtroppo, va subito detto che i viaggiatori fregati hanno poche speranze di rivedere un euro di quanto versato: sia perche' in qualita' di eventuali creditori chirografari difficilmente si verra' rimborsati (quel poco che si avra' dalla liquidazione andra' sostanzialmente ai dipendenti e fornitori), sia perche' il cosiddetto Fondo nazionale per le vittime dei 'pacchi' viaggio ha pochi denari.

Per i clienti di Todomondo
Il 12 marzo 2010, il Tribunale di Genova ha deciso di non procedere all'accertamento del passivo in quanto non "è prevedibile la realizzazione di alcun attivo da distribuire ai creditori concorsuali". In altre parole, non ci sono soldi per i consumatori che sono rimasti fregati. Qui la comunicazione del curatore a questo proposito.
N.B. Per i clienti AVITOUR. Per coloro che hanno acquistato tramite il sito todomondo.it biglietti o pacchetti turistici Avitour, anche se hanno già fatto domanda di immissione al passivo al Tribunale di Genova per Todomondo, è ora possibile fare richiesta di ammissione al passivo nella procedura fallimentare di Alpi Tour presso il Tribunale di Milano. Lo si puo' fare senza bisogno di alcun avvocato utilizzando questo modulo, da inviare entro il 17 aprile 2010 per raccomandata A/R all'indirizzo: Tribunale di Milano, Sezione fallimentare, Palazzo di Giustizia, via Manara, piano 2 stanza 36, 20122 Milano. Questi i riferimenti da inserire nel modulo: sentenza n. 653/2009 emessa dal Tribunale di Milano il 19 novembre 2009 e depositata il 21 novembre 2009, fallimento della società “ALPI VIAGGI SRL” con sede in Milano (MI), P.zza Emilia n. 1 - C.F. e P.IVA 04561110968; Giudice Delegato il dott. Pierluigi Perrotti e curatore il dott. Alfredo Ravo. 

Per i clienti di MyAir
Qui le istruzioni per richiedere l'ammissione al passivo e qui il modulo da inviare al tribunale. La domanda deve essere fatta entro il 29 marzo 2010, e lo si può fare da sé eleggendo il proprio domicilio presso la cancelleria del tribunale di Vicenza, scavalcando soprattutto alcune iniziative che circolano in materia, che per assistere con il supporto di un legale, chiedono soldi: in questo momento gli avvocati, per i possessori di biglietti, non servono a niente. Le informazioni che riguarderanno i singoli saranno disponibili presso la cancelleria, a cui potrebbe bastare una telefonata per sapere se ci sono delle novita’ - anche se sconsigliamo di farlo per non intralciare il lavoro del tribunale. Sara’ nostra cura tenerci in contatto col tribunale per dare i dovuti aggiornamenti su questa pagina. Ma e’ bene non crearsi illusioni: in un eventuale pagamento dei debiti, gli ultimi che saranno onorati sono sicuramente quelli relativi ai biglietti e ai buoni di viaggio. Inoltre i tempi saranno molto lunghi.

Altre possibilità per i clienti di entrambe le società:
  • Per chi ha acquistato un pacchetto 'tutto compreso' (viaggio, alloggio e/o servizi turistici), fare domanda di rimborso al "Fondo Nazionale di Garanzia per il consumatore di pacchetto turistico" entro tre mesi dal giorno in cui si sarebbe dovuti rientrare dal viaggio. Qui come fare: clicca qui
  • Per coloro che hanno stipulato assicurazioni di annullamento in proprio nell'eventualita' di non poter partire, e' consigliabile chiedere il rimborso alla compagnia assicuratrice (se previsto nel contratto).
  • Se si e' stipulato un contratto di credito al consumo con una finanziaria per pagare il viaggio, e' possibile chiedere alla finanziaria la risoluzione del contratto e la restituzione di quanto pagato (art. 42 del codice del consumo). Qui la nostra scheda sull'argomento: clicca qui
  • Se il viaggio o biglietto aereo e' stato acquistato tramite agenzia di viaggio quando l'insolvenza di Todomondo o MyAir era gia' manifesta, oltre a prendere atto della mancanza di professionalita' di questa agenzia e farne tesoro per la prossima volta, valutare la richiesta danni perche' questa agenzia, pur di guadagnare le proprie commissioni, ha ignorato la situazione in cui versava il tour operator o i l vettore aereo verso cui ha indirizzato il proprio cliente. La richiesta va fatta a partire con una raccomandata a/r di messa in mora: clicca qui
    Se l'Agenzia non rimborsa, sara' necessario rivolgersi al Giudice di Pace della propria citta' (con l'assistenza di un legale per importi superiori a 516 euro). Qui come funziona il giudice di pace: clicca qui

Qui le nostre schede pratiche sui diritti dei consumatori nei:
- pacchetti viaggio: clicca qui
- voli aerei: clicca qui

Consulenza gratuita:
- telefonica: dal lunedi al venerdi' alle ore 15-18 al numero 055.290606
- online: clicca qui

Qui la denuncia per frode in commercio contro Todomondo da parte dell'associazione delle agenzie di viaggio "Autotutela": clicca qui


















 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS