testata ADUC
segnalare una truffa su recupero crediti
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 agosto 2019 0:00
 
Inizio luglio sono stato contattato dall'avv. Sofia Furrer, appartiene a uno studio legale di Londra (Credit Recovery Agencies con sede in 41 Church street B3 2RT Birmingham - UK) per il recupero crediti degli utenti che sono stati truffati da società di trading on line, l'email a cui ho inviato i documenti (bonifici, effettuati email di scambio informazioni, ecc.) è headoffice@cra.agency. Ho firmato un contratto e attualmente per il recupero dovrei essere alla fase finale. In data 18 luglio la banca Barclays Wire ha approvato il primo recupero di 20.000 euri a me intestato e che si trova presso La Piraeus Bank Bulgaria la quale per poterli sbloccare chiede il 15% del valore pari a 3.000 euri, a copertura delle spese di gestione
deposito. Ho parlato con il responsabile della banca bulgara esprimendo le mie perplessità sul fatto di dover pagare in anticipo
questa cifra quando potevano scalarla direttamente dalle 20.000 a me intestate, ma mi spiegarono che non era possibile perché il denaro è intestato a mio nome e che avrei dovuto pagare entro 3 giorni altrimenti avrei perso il recupero. Ho chiesto ulteriori sicurezze all'avv. Sofia la quale mi ha assicurato che precedenti clienti erano andati a buon fine e che lo studio legale nel quale opera essendone responsabile avrebbe aperto una vertenza con la banca in questione, una vola assolto il debito di 3.000 euro avrebbero effettuato il versamento sul mio conto corrente predefinito. Ieri il giorno 2 agosto la banca Barclays mi informa che sono disponibili 40.000 euri a mio nome di cui 20.000 recuperati dalla banca Piraeus Bulgaria e i restanti 20.000 quale secondo e ultimo recupero del credito con Itrader. Per questo secondo recupero chiedono il 20% del valore pari a 4.000 euri da pagare entro 3 giorni altrimenti avrei perso tutti i 40.000 euri. La mia perplessità e fortemente aumentatato voluto essere messo in comunicazione telefonica con il responsabile della banca Barclays evidenziando il fatto che erano in possesso del primo recupero di 20.000 a me intestato dal quale avrebbero potuto prelevare i 4.000 da loro richiesti ma anche in questo caso lo stesso discorso del precedente responsabile della banca bulgara che non potevano farlo perché il denaro è intestato a mio nome. Ho chiesto come mai il primo recupero avendo io pagato il debito di 3.000 euri non è stato versato come da accordi direttamente sul mio conto corrente, dal quale avrei io potuto pagare il debito del secondo recupero giacente da loro. Anche qui mi dissero che non era possibile. Ora io sono in forte dubbio e altamente perplesso se inviare o no questi 4.000 euri perché se non li pago entro martedì 6 agosto perderei tutti i 40.000 euri. Ringrazio per la vostra cortese attenzione, vi informo che per WhatsApp ho la documentazione delle banche dove risulta l'assegnazione dei due recuperi a mio nome.
Ho il seguito da inviarvi,indicatemi come posso trasmetterlo.
Cordiali e sentiti saluti
Ignazio, dalla provincia di MI

Risposta:
Ci scrive il 16 agosto dicendo che ha urgenza di risposta perché deve pagare entro il 6 agosto... Speriamo non abbia pagato nulla, visto che le stanno solo rubando ulteriori soldi. Si fermi!!! Non peggiori la sua situazione. I soldi del trading sono persi a meno che non riesce a recuperare qualcosa tramite l'intermediario che usato a suo tempo per i versamenti.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori