testata ADUC
Depurazione acqua. Rimborsi per servizio di depurazione non usufruito
Scarica e stampa il PDF
Modulo 
11 febbraio 2009 0:00
 
______________________________________________________________________
ATTENZIONE! Prima di utilizzare il modulo

- Leggere la relativa scheda pratica: clicca qui
- Contattare il gestore idrico (o collegarsi al sito internet dello stesso) per sapere in quale caso rientra la propria utenza;
- Informarsi presso il proprio gestore dell'eventuale possibilita' di utilizzare una modulistica specifica;
______________________________________________________________________________
Lettera raccomandata A/R di messa in mora e interruzione della prescrizione


A ....................
(nome e indirizzo del gestore idrico)

P.c.
Aduc, via Cavour, 68 - 50129 Firenze
(questa e' sufficiente per posta ordinaria) *


Data.........................

Oggetto: messa in mora per rimborso quota  depurazione non dovuta

Spettabile...........
(nome del gestore)
la sentenza 335 dell'8 ottobre 2008 della Corte Costituzionale ha sancito che la quota in oggetto, in quanto corrispettivo di prestazione contrattuale e non tributo, non e' dovuta in caso di assenza del servizio.

Il successivo Decreto Legge 208/2008, convertito nella Legge 13/2009, all'articolo 8 sexies reso attuativo dal Decreto del Ministero dell'Ambiente del 30/9/2009 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'8/2/2010), prevede che debbano essere rimborsate le quote pagate per la depurazione nei casi in cui non vi sia un impianto attivo o se esso sia temporaneamente inattivo decurtati, rispettivamente, gli oneri derivanti dalla eventuale progettazione/realizzazione/completamento di un impianto nuovo o quelli connessi alla temporanea inattivita'.

Per tale motivo il sottoscritto,  rientrando
(cancellare con barra il caso che NON riguarda)
- tra quegli utenti non serviti da un impianto attivo
- tra quegli utenti che non hanno temporaneamente usufruito del servizio

INTIMA

il rimborso di quanto pagato e non dovuto a partire dall'anno ................   (oppure per il periodo.................)
(si deve indicare, con massimo dieci anni di regresso dalla data della raccomandata, l'anno in cui e' stato avviato il contratto con lo specifico gestore. Se nell'arco di questi dieci anni i gestori fossero stati diversi, va inviata una messa in mora per ognuno di essi -in genere il gestore precedente a quello attuale e' il Comune. Nel caso di inattivita' temporanea dell'impianto, indicare il relativo periodo).

Nel caso in cui il rimborso non avvenisse nel termine di quindici giorni dalla ricezione della presente, comunico fin da subito che adiro' le vie legali.

La presente interrompe i termini di prescrizione.


In fede

------------------------

NOTE:
- Riportare nome, cognome, indirizzo, cap, citta' del titolare del contratto del servizio, ed eventuali altri elementi identificativi del rapporto contrattuale.
- Se la domanda viene inoltrata direttamente al Comune (in caso di gestione diretta del servizio) va apposta una marca da bollo da 14,62 euro. Informarsi presso il Comune sull'esistenza di eventuale modulistica gia' pronta.

(*) Ribadiamo che non importa che inviate all'Aduc la copia conoscenza per raccomandata, e' sufficiente spedire la lettera per posta ordinaria. Molto gradito, invece, sarebbe un contributo inserito in busta.    
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori