testata ADUC
vodafone
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
11 giugno 2021 0:00
 
Un anno e mezzo fa, appena prima del lockdown del 2020, attivai un contratto aziendale per 3 cellulari e una linea fissa+un numero aggiuntivo, 5 interni e la connessione internet.
Tutti i servizi furono attivati con un ritardo di 6 mesi.
La fatturazione invece fu immediata.
E non solo di quanto richiesto ma anche di una serie di servizi e numerazioni mai richiesti né mai attivati (in seguito verificato anche con l'assistenza Vodafone) riconducibili a contratti falsi.
Ad ogni fattura di molto superiore a quanto da me richiesto o relativa a servizi non attivi, ho provveduto, come indicato da Vodafone, a segnalare le difformità aprendo numerose contestazioni.
Dopo oltre un anno senza che il problema fosse risolto e alla ricezione periodica di fatture false, sono migrata ad altro operatore. A due mesi di distanza Vodafone, che ha rifiutato di ritirare i dispositivi accreditandone il costo, ha bloccato i cellulari.
Il che comporta, per la mia azienda, l'impossibilità di disporre dei conti correnti propri, personali e di tutti i clienti per i quali le disposizioni, che siamo delegati a fare, vanno validate tramite un codice ricevuto tramite SMS.
Il che significa in pratica che non possiamo disporre pagamenti a fornitori, a dipendenti, di imposte e contributi.
I telefoni sono stati bloccati senza alcun preavviso. Come da sempre gli operatori sono irraggiungibili o, se raggiunti, non competenti a risolvere il problema.
Resto in attesa di un vostro riscontro e porgo cordiali
saluti.
Elena, dalla provincia di BS

Risposta:
questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori