testata ADUC
Richiesta assistenza per grave disservizio ILIAD
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
14 gennaio 2022 0:00
 
Spett.le ADUC,
nei giorni immediatamente antecedenti le festività sono stato vittima di un disservizio del gestore telefonico ILIAD.
Ritengo che il fatto in sé ed il modo in cui esso è stato (o meno) gestito siano estremamente gravi e per tal motivo vi chiedo se siate disponibili ed interessati a supportarmi nella tutela dei miei diritti, nelle sedi che saranno ritenute opportune.
Per una vostra prima valutazione della questione riporto di seguito i fatti salienti:
- Il giorno 21/12 mi sono reso conto di avere problemi di linea telefonica cellulare, la mia SIM risultava non essere registrata alla rete cellulare (messaggio NESSUN SERVIZIO ATTIVO).
- Il giorno successivo 22/12 ho effettuato un riavvio del telefono e, constatato che il problema permaneva, ho contattato il servizio clienti del gestore. Qui ho appreso che la mia utenza era stata trasferita ad altro gestore (Wind Tre) a seguito di una richiesta di "number portability".
Avendo fatto presente di non avere mai avanzato una tale richiesta e di non essere in possesso di una SIM Wind Tre, sono stato invitato a sporgere formale denuncia all'Autorità Giudiziaria ed inoltrarla necessariamente ed esclusivamente via FAX (sic!), per avviare le procedure necessarie al ripristino della mia utenza.
Ho provveduto immediatamente a sporgere denuncia presso una Stazione dei Carabinieri ed il giorno 23/12 ho trovato il modo per inviare via fax la richiesta di ripristino dell'utenza con allegata denuncia e fotocopia del mio documento.
Dopo alcune ore, lo stesso giorno, ho provato a comporre il numero telefonico in questione e, con mia grande sorpresa ho avuto risposta da una donna a me sconosciuta: poiché la persona non era madrelingua italiana ho avuto difficoltà a spiegare la situazione ed a capire con certezza cosa fosse successo ma, da quanto questa è riuscita a spiegarmi, credo che qualche giorno addietro lei si fosse recata in un punto vendita Wind Tre per effettuare un cambio operatore della sua utenza telefonica che era fatalmente molto simile alla mia (mi sembra di aver capito che le ultime due cifre fossero invertite).
A questo punto ho contattato nuovamente il servizio clienti Iliad, da cui ho avuto conferma della corretta ricezione del fax e della documentazione da me prodotta, ed ho fatto presente che il mio numero era stato assegnato ad un'altra persona che stava ricevendo chiamate, messaggi e quant'altro al mio posto. Ho richiesto che l'azienda si adoperasse urgentemente almeno per il blocco dell'utenza ma l'operatore mi ha solo potuto confermare che la pratica era già stata trasferita "all'ufficio legale Iliad" e non mi ha saputo dare alcuna indicazione in merito ai tempi di risoluzione.
Al momento dell'invio della presente non ho ancora ricevuto alcun contatto né informazioni dal gestore.
Nel ringraziare per l'attenzione che vorrete porre a questa mia resto in attesa di un vostro cortese riscontro.
Francesco, dalla provincia di RM

Risposta:
questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS