testata ADUC
Contratto Palestra Virgin e Covid19
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
14 settembre 2020 0:00
 
Buongiorno,  Ho un abbonamento a rinnovo automatico trimestrale alla palestra Virgin Active. Dalla riapertura post-lockdown (avvenuta il 25 maggio) la palestra non è più in grado di garantire tutti i servizi per i quali ho stipulato il contratto di abbonamento: l'area Relax è inagibile e l'utilizzo della palestra è ridotto a 90 minuti a persona (mentre da stipula del contratto avevo diritto all'accesso senza limiti di tempo). La Virgin mi offre un Voucher per il periodo di lock-down, ma sempre con queste limitazioni; di conseguenza non sono interessata e vorrei un rimborso completo della rata per il periodo di chiusura. Similarmente, vorrei chiedere un rimborso parziale per i mesi in cui pur pagando per intero l'abbonamento non ho potuto fruire di tutti i servizi inizialmente concordati. A vostro parere sono richieste legittime? br /> Cordiali saluti br /> Alessandra, dalla provincia di MI

Risposta:
per il periodo forzato di chiusura le norme stabiliscono che è la palestra a decidere se rimborsare in soldi o dare un voucher. Per i servizi dopo la riapertura, lei può pretendere il rimborso di quanto non usufruito perché il servizio è diverso. Qui le nostre ragioni e indicazioni: https://www.aduc.it/comunicato/coronavirus+palestre+che+riaprono+rimborsi_31225.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori