testata ADUC
BFP a termine serie AA3. Possibilità di rimborso. Integrazione
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
28 dicembre 2019 0:00
 
Mio figlio, unico intestatario dei buoni postali riportati in allegato, ha raggiunto la maggiore età in data 30.08.2019. Quando si è recato presso l’ufficio Postale di Santa Bona in Treviso per ottenere il rimborso degli stessi, gli è stato risposto che erano prescritti e quindi non rimborsabili. Abbiamo presentato un reclamo presso le POSTE ITALIANE, con il modulo previsto dalle stesse, con il quale lamentavamo che sui buoni era evidenziata la dicitura NON CEDIBILE e sul retro degli stessi non era riportata alcuna etichetta con timbro contenente l'aggiornamento delle condizioni con il relativo termine della prescrizione dei buoni stessi. Peraltro, nè mio Figlio nè NOI genitori avevano mai avuto alcuna comunicazione in merito a quanto testè riportato da parte di POSTE ITALIANE.
La Gestione Reclami Finanziari delle POSTE ITALIANE non ha accolto il citato reclamo, affermando sostanzialmente che i buoni erano prescritti (cosa già nota!!!) e che i genitori potevano presentarsi presso un Ufficio Postale, al posto del proprio figlio, per riscuotere i buoni in parola. A parere dello scrivente, tale eventualità non era riportata nei prefati buoni ma soprattutto POSTE ITALIANE non ha fornito alcuna risposta sul fatto che sul retro degli stessi buoni non fosse riportata alcuna etichetta con timbro contenente l'aggiornamento delle condizioni con il relativo termine della prescrizione. Questa ultima trascrizione chiara avrebbe condotto NOI genitori a recarci presso l'ufficio postale per chiedere delucidazioni in merito. Anche perchè lo scrivente ha letto nell'art. 3 (Obbligo dell'intermedario) del DPR 22 giugno 2007, 116 che l'intermediario (POSTE ITALIANE) deve inviare al Titolare del apporto (MIO FIGLIO), mediante lettera raccompandata con ricevuta di ritorno,.., l'invito ad impartire disposizioni entro il termine di 180 giorni dalla data di ricezione, avvisandolo che,..., il fondo verrà estinto e le somme... verranno devoluti al fondo che cita le POSTE. Tale raccomandanta non è mai arrivata allo scrivente.
Come mi consigliate di procedere?
Al quesito testé riportato mi ha risposto il Dr. Roberto Cappiello, comunicandomi che non riusciva ad aprire l'allegato e suggerendomi di inviarlo in formato pdf. Ho proceduto come chiestomi ed ho inviato il tutto all'indirizzo email info@studiocappiello.it senza ottenere alcuna risposta.
Probabilemnte il Dr non ha ricevuto nulla. Pertanto ho ritenuto opportuno inviare nuovamete il tutto al citato Dr. tramite il riportato indirizzo email ed attraverso il sito ADUC, per avere un consiglio sul quesito posto.
Silvia (TV)

Risposta:
Da poco è apparsa una decisione del Collegio di Coordinamento dell'Arbitro Bancario che indica in sostanza cosa scrivere e cosa non scrivere nel ricorso per le serie AA prescritte. L'esito positivo non è garantito, ma la strada è aperta e quindi percorribile.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori