testata ADUC
Problemi con ENI per utenza gas
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
30 ottobre 2010 0:00
 
Cara Aduc,
nel marzo 2009 ho sottoscritto un contratto per fornitura Gas con ENI spa. Il 4 marzo 09 è venuto un tecnico ad installare un nuovo contatore.
Il tecnico non ha lasciato nessun foglio e dicendo che avrebbero pensato a tutto "loro". In realtà il tecnico non ha lasciato niente a nessuno con il risultato che sono cominciate ad arrivare le bollette con il vecchio contatore (quello rimosso) e quindi con le vecchie lettura (migliaia di m3 mentre il mio contatore partiva da 0).
Le proteste sono state inutili e bollette di cifre che variano dai 150 ai 70 ai 60 euro con misure e dati errati sono continuate ad arrivare anche dopo il fax di protesta che ho mandato per chiarire. ENI ha solo preso atto ma non ha cambiato la fatturazione continuando ad utilizzare i dati sbagliati. Io non ho mai pagato ma adesso dovro' pagare 129 euro che loro dicono essere la cifra giusta tra cauzione e tasse e la mia lettura che dopo 1anno e mezzo è di soli 42 m3.
Oggi è arrivata una fattura con il numero di contatore aggiornato "MA" con una lettura stimata di 245 m3 (cioè 169 euro). Ovviamente non esistono letture ufficiali perchè fino ad oggi il mio contatore non è mai esistito. Io paghero' le 129 euro che loro dicono essere la cifra giusta per 42 m3 che fino ad ora ho consumato...ma non ho nessuna intenzione di pagare i 245 m3 stimati (usiamo il gas solo per cottura cibi ma ENI nel contratto ha messo il riscaldamento e non ha volutamente cambiato la dicitura nonostante i fax e le decine di proteste telefoniche).
La domanda è: posso fare qualcosa che non sia rivolgersi ad un legale (non me lo posso permettere)?
Inoltre, posso rescindere dal contratto e cambiare fornitore pretendendo una lettura effettiva per saldare con ENI (qualora ce ne fosse bisogno)?
Grazie mille.
Lorenzo, da Roma

Risposta:
puo' senz'altro cambiare gestore, inviando una disdetta a ENI nei modi e tempi previsti dal contratto comunicando nel contempo la lettura del contatore (facendo anche breve riferimento, nella raccomandata, al cambio di contatore da loro stessi effettuata e ai disguidi successivi) e rendendosi disponibile a pagare il consumo effettivo calcolato alle tariffe contrattualmente pattuite tenendo conto della stessa. Non capiamo se e' riuscito ad ottenere uno storno delle fatture errate; in caso negativo potra' chiederlo nella stessa raccomandata di disdetta, redigendola in pratica come messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora_8675.php
Per quanto riguarda il nuovo gestore potra' sceglierne uno del mercato libero come tornare a quello del mercato vincolato. Trova molte informazioni in merito qui:
http://sosonline.aduc.it/scheda/gas+guida_14630.php
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori