testata ADUC
Centurion, Starbit, Brutus, ecc.
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
6 settembre 2018 0:00
 
Circa due anni fa, sono stato vittima di una, ad oggi definisco, truffa, sempre con il solito sistema di "catene di sant antonio" sono stato coinvolto nel mondo delle criptovalute. purtroppo, non si tratta di bitcoin ma di una pseudo valuta che avrebbe dovuto seguire lo stesso destino. "nata/creata" nel 2016 ad oggi non ha avuto, ancora alcun valore e mai lo avrà.
Sto parlando della valuta CENTURION e di tutto il sistema di network che c'è dietro: STARBIT.
Ma cosa più grave è tutto il sistema di piattaforma informatica e di rete in network, creata con grande maestria, capace di coinvolgere tante persone. I soldi vengono versati e non si sa dove vadano a finire, si ha parvenza di seguire un rendimento con quotazioni dubbie. Nel 2017 si inventarono la possibilità di "minare" (coniare) altre monete, semplicemente scaricando l'applicazione del conta passi del smartphone. Siamo tutti in attesa di ricevere i nostri denari, con i guadagni che dichiarano e con le nuove monete così create. Nella realtà nessuno ha mai incassato nulla ed ogni volta che si chiedono spiegazioni (sempre e solo tramite la piattaforma) non danno mai risposte certe.
Siamo veramente in tanti ad attendere inutilmente qualcosa e molti forse con una giusta guida, pronti a denunciare un po' di gente.
Marco, dalla provincia di BA

Risposta:
Centurion, Starbit, Brutus sembrano infatti appartenere sempre alle stesse persone. Le sedi legali sono a Dubai, ed è estremamente complicato agire.
Se vi mettere assieme in tanti, potete presentare una denuncia che possa avere una speranza di essere ben presa in considerazione. Torni pure a scriverci.
 
 
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori