COMMENTI
  (Da 1 a 17 di 17)  
4 aprile 2018 8:57 - PREMA
Buongiorno, non so se qualcuno ha risposto a skndhr, ma volevo dire che ogni anno il sito della rai "imbosca" il modulo. A volte ci impiego un paio d'ore a ricercarlo nei loro moduli. Verrebbe ovvio cercare tra le denunce da fare, tra le dichiarazioni, invece fino a settembre 2017 era in mezzo alle 'istanze'. Ci vuole una pazienza certosina, non vorrei che alla fine uno per sfinimento lascia perdere...è così che continuano a far soldi..Mi ci metto di buona lena, e il sito, a volte non prende la password perché la ritiene obsoleta, o è sovraffollato, o vattelappesca..ecc ecc poi alla fine quando riesco, stampo tutto, la ricevuta (se però la dichiarazione è fatta tra sabato e domenica, bisogna aspettare il lunedì che vada a buon fine la dichiarazione), faccio uno screenshot e stampo, tutto perché della rai non mi fido e neanche del loro sito e sistema.
Per non pagare bisogna sudare...
24 dicembre 2017 21:20 - skndhr
Vi risulta che sia,per davvero,possibile inviare la dichiarazione di non possesso(non ho TV da 20 anni)telematicamente dal sito dell'agenzia?Perche'sto passando la sera di Natale a trovare il modo ,ma ,anche se non esplicitamente, non e'dato...e dire che gli altri anni sono riuscito,e hanno pure fatto il sito nuovo,piu'semplice e trasparente...
:D
4 dicembre 2017 8:59 - VictorNorba
Nel 1982 feci denunzia di cessazione dell'abbonamento tivù b/n per suggellamento (che non vennero a suggellarmi)e mai più pagato il canone abbonamento tivù.
Nel 2016 ho presentato regolarmente la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione, crocettando la seconda casella del quadro A.
Volevo sapere se anche per quest'anno e per i prossimi, devo continuare a crocettare la seconda casella del quadro A, e se posso disfarmi della vecchia e inservibile e ingombrante tivù b/n che non sono mai venuti a suggellarmi.
1 agosto 2016 13:26 - Mechano
@italoucraino,

il canone non è più dovuto per gli apparecchi radio personali se non utilizzati in pubblico.

Non si paga dal 1998 la tassa per l'autoradio.
E non si paga per le radio detenute in casa.

Si paga se sono usate in esercizi commerciali o in manifestazioni pubbliche.
11 aprile 2016 20:54 - CRPI
RIGUARDO AL POSSESSO DI RADIO (commento di italoucraino): il modulo dell'Agenzia delle Entrate è fuorviante e parla genericamente di ricevitori radio, ma il sito della RAI è più chiaro:

"Va precisato che per i canoni ordinari in ambito familiare la detenzione esclusiva di apparecchi radio non comporta il pagamento del canone."

La fonte è questa: http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/IlCanoneSpeciali.aspx ?#tabel

(Il testo riportato è scritto sotto la tabella).

RIGUARDO ALLA DICHIARAZIONE ONLINE:
io ho l'ho fatta oggi ed è una procedura molto semplice. L'unico problema è farsi fornire in tempo le credenziali (vedere commento di laVerita qui sotto).

(Comunque è incivile che i cittadini siano tenuti a dichiarare il non-possesso. Presto arriveremo all'obbligo di dichiarare il non-possesso dell'auto per chi non è tenuto a pagare il bollo?)
4 aprile 2016 1:54 - italoucraino
se si ha QUALSIASI TIPO di RADIO si PAGA IL CANONE

canone RAI - ATTENZIONE! alle sanzioni
le NORME sono OPPRESSIVE ma CHIARISSIME!!

se ho una QUALSIASI TIPO di RADIO
sintonizzatore radio (che operi nelle bande destinate al servizio di Radiodiffusione)
DEVO PAGARE il CANONE

se sei beccato per strada con un semplice apparecchio ascoltando la radio (NON via internet)
con qualsiasi radio portatile o un semplice cellulare NGM Storm da 10 euro
DEVI DIMOSTRARE che hai pagato il CANONE RAI o che un membro della famiglia ha pagato per Te!


Il modulo dell'Agenzia Entrate è chiaro
"ricezione delle RADIOAUDIZIONI (articolo 1 R.D.L. n. 246 del 1938, secondo le definizioni contenute nella nota del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 febbraio 2012)"

...
- Ricevitori radio fissi;
- Ricevitori radio portatili;
- Ricevitori radio per mezzi mobili (leggasi AUTORADIO)
...
- Riproduttore multimediale dotato di ricevitore radio/TV (per ESEMPIO, lettore mp3 con radio FM integrata)


Quindi se sono utente di
e ho in casa
un ricevitore Radio
o un lettore MP3 che mi permette di ascoltare la radio FM
o un semplice cellulare da 10 euro NGM Storm (al quale non serve nemmeno attaccare le cuffie per far d'antenna)
DEVO PAGARE

se passeggio per strada ed ho un dispositivo portatile
DEVO PAGARE

se ho in auto la radio
DEVO PAGARE
2 aprile 2016 2:08 - mirko1492
Buonasera.
Un mio dubbio.
La dichiarazione dichiara che fino alla data della dichiarazione non ho la televisione ( Scusate il gioco di parole)? Come fanno a contestare di aver dichiarato il falso se il controllo viene effettuato dopo la data della dichiarazione? Che senso ha fare un'autodichiarazione che il giorno dopo non ha più valore? Mica dichiaro che ho qualcosa e se non me lo trovano lo contestano!
1 aprile 2016 10:54 - gabriella6348
La dichiaraz.sostitutiva relativa al canone di abbonam. (modulo di AgEntr.) che trovo linkata qui sopra, ha le istruzioni oscurate dalla p.2, posso stamparla e inviarla per Racc A/R a Torino,come la dich.sostitutiva per cessazione/disdetta ?
Scusate voglio evitare l'on-line,se possibile
30 marzo 2016 19:31 - italoucraino
"si"
30 marzo 2016 15:12 - italoucraino
non avevo fatto caso che il form spzza il link quindi ogni volta che vedete un link TOLGIETE gli SPAZI

http://www.politicaprima.com/2016/01/il-canone-rai-nella-bol letta-della-luce_19.html
30 marzo 2016 15:10 - italoucraino
http://www.nuovatlantide.org/canone-rai-nella-bolletta-della -luce-truffa/

http://www.politicaprima.com/2016/01/il-canone-rai-nella-bol letta-della-luce_19.html
30 marzo 2016 11:01 - lucillafiaccola1796
http://www.politicaprima.com/2016/01/il-canone-rai-nella-bol letta-della-luce_19.html
Il canone RAI nella bolletta della luce è una truffa martedì 19 gennaio 2016 di Salvatore G. B. Grimaldi
La RAI-Radiotelevisione Italiana S.p.A. è una azienda così come lo è SKY o Mediaset.
Queste ultime trasmettono sia in libera visione, finanziandosi con le pubblicità, che a pagamento, con le formule: pay-tv, pay for view, on demand, dove ognuno è libero, sulla base degli interessi personali e della qualità dei programmi, di scegliere, sottoscrivere un abbonamento e pagare il canone stabilito.
Con la legge di Stabilità 2016, è stato introdotto il prelievo del canone RAI dalle utenze elettriche a partire dal mese di luglio 2016. Questa decisione parte già male, poiché basata sulla presunzione della presenza di un apparecchio televisivo per il solo fatto di avere l'elettricità, come a dire, che, chi ha conseguito la patente nautica oltre le 12 miglia abbia presumibilmente un transatlantico e non una semplice qualifica professionale. Senza contare che si vanno a ledere diritti e si concretizzano abusi e reati; primo tra tutti quello di truffa come previsto dall'art. 640 del c.p. punti 1 e 2 e procedibilità d'ufficio, di concorrenza sleale art. 2598 c.c punto 3 e turbativa di industria e commercio, art. 513 c.p., non ultimo l'abuso d'ufficio art. 323 c.p.
Vediamo perché.
Mediaset premium. Il contratto d'utenza elettrica è vincolante tra due parti, dove una s'impegna a fornire l'energia e l'altra, in qualità di consumatore, a pagarne il prezzo del consumo, in base ai chilowattora. In un contratto così fatto non si può inserire nessun altro soggetto a pretendere la retribuzione di un suo servizio, per di più presunto, che non è ricompreso nei termini contrattuali già siglati tra le parti.
Inserendo il canone RAI nelle utenze elettriche si ha:
a) l'inadempienza contrattuale della società elettrica, art. 1218 c.c., che invece di limitarsi ai termini del contratto, ovvero fornire l'elettricità, v'introduce arbitrariamente servizi non richiesti, con il relativo diritto del consumatore al risarcimento del danno emergente derivante dai costi aggiuntivi art. 2043 c.c.
sky- la concorrenza sleale di RAI S.p.A. nei confronti di SKY, Mediaset Premium ed altre società, che forniscono servizi televisivi a canone, previa sottoscrizione di un contratto, tramite decoder o tessera prepagata, infatti al punto 3 dell'art. 2598 c.c. “compie atti di concorrenza sleale chiunque: si vale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l'altrui azienda”.
Attenti al canone La RAI prelevando il canone d'abbonamento direttamente dalle utenze elettriche, storna di fatto la clientela alle altre aziende, si crea clienti in maniera forzosa e viene svincolata dal dover fornire prodotti di qualità, dal rispetto del diritto d'informazione, art. 21 della costituzione, massimizza impropriamente i dividendi agli azionisti ed è posta in una posizione di monopolio e privilegio rispetto alle altre aziende, che nei bilanci hanno anche la voce di rischio d'impresa.
Cavallo-Rai-Viale-Mazzinic) la RAI S.p.A. in concorso con la società per l'energia elettrica, consumano anche il reato di truffa art. 640 c.p.; il citato articolo, al primo comma dice che; viene punito chiunque procura a se o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno tramite artifici e raggiri; e già la presunzione della presenza di apparecchio adatto a ricevere segnali radio è di per sé un artificio, inducendo taluno in errore, si pensa di pagare una tassa e invece è un abbonamento, e si prevede una pena detentiva da uno a cinque anni più una multa:
1) se il fatto è commesso ai danni dello Stato, e colpire il popolo degli utenti d'elettricità si va a colpire uno degli elementi costitutivi dello Stato ed il più importante;
2) se il fatto è commesso ingenerando nella persona offesa l’erroneo convincimento di dovere eseguire un ordine dell’Autorità, ovvero di dover pagare una tassa quando di fatto è un ABBONAMENTO, perché le TASSE SI PAGANO ALLO STATO E NON AD UNA AZIENDA COM'È LA RAI, e l'insieme dei due fatti, ma anche uno solo dei due, ci porta alla procedibilità d'ufficio.
Renzi Rai. Il governo con questo provvedimento non pratica una lotta all'evasione fiscale, ma stabilisce un patto con un'azienda, che viene posta in una posizione dominante e con introiti economici monopolistici, e dalla quale ci si aspetta riconoscenza. Non possiamo quindi escludere che vi possa essere una contro parte: finanziare in qualche modo il partito politico che ha reso questo possibile, un maggiore controllo dell’informazione, assunzioni di favore, e possibile voto di scambio.
C'è anche il conflitto d'interessi o meglio l'abuso d'ufficio art. 323 c.p., quando il politico-legislatore è anche, direttamente o tramite società di comodo, azionista della società privilegiata e favorita; si spiegano così: il condono fiscale alle società che gestiscono le slot machine e il gioco-scommessa in genere, il prelievo dei canoni RAI S.p.A. dalle bollette della luce e il decreto per il salvataggio di banche, in quest'ultimo caso al vincolo azionario s'aggiunge quello di parentela tra beneficiati e politici-legislatori.
A PENSAR MALE SI FA PECCATO MA SPESSO S'INDOVINA.
29 marzo 2016 23:46 - italoucraino
caro riccardo1146

Leggi bene gli articoli di ADUC e capirai che i CAF non c'entrano niente in questa Storia (almeno per il momento...)

Attualmente l'ag Entrate, dopo l'immissione dei moduli,
sta un po' tastando il campo e valutare di mettere in atto un sistema PER fregare il CITTADINO "senza violare la legge" (o meglio vi sarà una norma che tuteli l'agenzia nelle sue azioni prepotenti)

impara una cosa:

- o si fa la rivoluzione (la cosa migliore oggigionro, ma OGNI IDIVIDUO è VIGLIACCO e ha PAURA di perdere anche quel poco che ha)
- o si prova a reclamare...secondo la legge.. ma con tanti capigiri, gastriti e quant'altro.. e comunque... la legge spesso non sarà mai eticamente giusta.
- o in silenzio prendiamo cosa ci manda il goVERnO, tutto fila così sin dal TEMPO dell'IMPERO ROMANO.

E' inutile andar a perder tempo ai CAF quando qui hai ADUC che è piu di un CAF, piu di un patronato ... piu DEGLI IGNORANTI impiegati all'agenzia entrate (non sto offendendo nessuno ma affermo la VERITA dimostrabile, che IGNORANO e PERSISTONO nell'ignoranza, sottoponendo comunque il contribuente a loro Vessazioni imponendo le loro PRASSI ERRATE).

ADUC non ti da la soluzione ma la massima informazione.

E se hai imparato, ogni cosa in Italia è affrettata e fatta MALE,
dall'
1- amministrazione digitale,
2- AUTOCERTIFICAZIONE ... negata da MOLTI enti pubblici!!,
3- Modifica dell ISEE (frettolosa e erronea, per di piu con incompetenti softwaristi dell INPS!!),
4- Mancata informazione (informazione obbligata dallo Statuto del Contribuente) in Agenzia entrate
5- ELIMINAZIONE della possibilità si DICHIARARE i REDDITI direttam in agenzia ENTRATE con le LOBBIE dei CAF... MILIONI di EURO BUTTATI in CAF in consulenze (spesso ERRONEE) anche da CHI NON è OBBLIGATO alla DICHIARAZIONE (pensionati son il solo reddito di pensione senza proprietà!!)
6- modelli di Dichairaqzione redditi complicati e intrigati
7- riguardo ai punti 4,5,6: Addirittura lo Statuto del CONTRIBUENTE (LEGGE 27 LUGLIO, N.212) prevede che chi ABBIA la SCUOLA dell OBBLIGO sia CAPACE di Compilare la Propria dichiarazione dei redditi!!!

NESSUNO CONOSCE QUESTA NORMA...??!!!
LEGGE 27 LUGLIO, N.212
http://www.cafitalia.eu/documenti/statuto_contribuente.pdf "Art. 6
comma 3. L’amministrazione finanziaria assume iniziative volte a garantire che i MODELLI DI DICHIARAZIONE, le istruzioni e, in generale, ogni altra propria comunicazione siano messi a disposizione del contribuente in tempi utili e SIANO COMPRENSIBILI ANCHE AI CONTRIBUENTI SFORNITI DI CONOSCENZE IN MATERIA TRIBUTARIA E CHE IL CONTRIBUENTE POSSA ADEMPIERE LE
OBBLIGAZIONI TRIBUTARIE CON IL MINOR NUMERO DI ADEMPIMENTI E NELLE FORME MENO COSTOSE E PIÙ AGEVOLI"

alla faccia ru cazz'!

COME MAI TUTTI SI RIVOLGONO AI CAF PER UNA SEMPLICE DICHIARZIONE DEI REDDITI?
io conosco almeno 4 motivi:
1- L'amministrazione NON ESPLETA secondo LEGGE il suo LAVORO (più probabile)
2- SIAMO TUTTI COGLIONI IGNORANTI senza ISTRUZIONE
3- SIAMO SFATICATI e pagando il "PIZZO" ci rivolgiamo ai CAAF
3- SIAMO ricchi e IMPEGNATI e preferiamo spender 70 (o piu) euro che peraltro vanno ad aiutare la macchina STATALE (i CAF ci quadagnano ma pagano anche le tasse quindi parte del loro onorario va all'erario!)

IMPARATE: l ECONOMIA non è informata a criteri di ETICITA' ma a criteri di funzionalità: più circolano i soldi più cìè vita (come il corpo umano)

ISTRUZIONI del 730 o UNICO e la ELIMINAZIONE della possibilita di presentare la dichiarazione in Ag. Entrate, HA VIOLATO l'art 6 comma 3. della LEGGE 27 LUGLIO, N.212
MA TUTTI TACCIONO perché fa BENE alla lobbie dei COMMERCIALISTI CAAF e all ERARIO!!!
29 marzo 2016 11:47 - riccardo1146
Sono stato poco fà al CAF per fare la dichiarazione di NON POSSESSO del TV . Ebbene il CAF ha detto che non sono autorizzati a questa procedura. Ennesima presa in giro? Sembra di sì.Qui ora si è arrivati ad un problema , quello della persecuzione da CANONERAI! E' incredibile! Sembra una questione di vita o di morte.
28 marzo 2016 18:03 - laVerita
Via Telematica: ABILITAZIONI e AGGIORNAMENTI
Le credenziali, che sono le stesse che abilitano al Fisconline,
vengono rilasciate nell' Immediata Richiesta presso gli sportelli di qualsiasi Ufficio Terriroriale Agenzia Entrate (indifferentemente dal luogo di residenza).
E' POSSIBILE PRENOTARE tale serivzio on Line per evitare code:
https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/cup/prenotazionio nline.htm?step_index=1&last_step=0&reset_session=1

Una volta scelto l'ufficio clikkare su
- Contribuente
- Abilitazione ai servizi telematici
scegliendo poi Data, Ora.

In UFFICIO l' Agenzia Entrate rilascia al Contribuente che ne fa richiesta
Password
e Prima parte del PIN

A CASA, poi serviranno meno di 3 minuti per accedere onLine con Password e ottenere la seconda parte del PIN:

Per fare prima seguire le MIE istruzioni (e NON quelle dell'Agenzia).
Le informazioni dell'Agenzia sono ben corrette e comprensibili, ma se si è capaci a Selezionare, Copiare e Incollare seguite DIRETTAMENTE il link (che tuttora funziona), appena siete davanti al PC per ottenere la seconda parte del PIN
https://telematici.agenziaentrate.gov.it/Servizi/AbilUfficio /IAbilitazioneUfficio.jsp

qui inserire i dati forniti in UFFICIO dall'Agenzia Entrate, presenti nel foglio in basso a destra
Nome Utente:
Password:

Si giunge a una pagina dove va inserito "Domanda di abilitazione N." (da ricavare in basso a sinistra sul foglio che vi ha consegnato l'Ufficio)

In due passaggi avete ottenuto la seconda parte del PIN che va unita alla prima parte presente in basso a destra sul foglio che vi ha consegnato l'Ufficio.

La password serve ad accedere e consultare l'area personale;
il PIN è un procedimento dispositivo secondo il quale è come se apponessimo la firma a una richiesta o invio, così come quando il contribuente procede da solo online alla compilazione e invio della dichiarazione dei redditi.
Quindi il PIN a tutti gli effetti è una SOTTOSCRIZIONE equiparata alla FIRMA e in AGGIUNTA, una volta apposto, si procede all'INOLTRO immediato del Documento.

Ancora non vedo se
si dovrà inviare un documento firmato e scannerizzato
oppure
sarà un modello da compilare onLine disporlo tramite PIN (come si fa per esempio per il 730).

SPERO che NON sia la prima opzione perché macchinosa e NON TUTELA la STRAGRANDE MAGGIORANZA (o quasi tutti) dei contribuenti per la necessità di dover utilizzare altro software (Sempre dell'Agenzia) per convertire il file da inviare!

inanto ecco il vecchio Link diretto:
Richiesta Esonero canone RAI
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home /CosaDeviFare/Richiedere/Agevolazioni/CanoneRai/

[è come se si facesse passo dopo passo:
Cosa devi fare (in altro al centro)
Richiedere (menu a sinistra)
Agevolazioni (al centro)
Esonero e rimborso canone Rai)]

Ecco il risultato:
"Attenzione: i contenuti di questa pagina sono in corso di aggiornamento in seguito alle novità - pdf introdotte dalla legge di stabilità 2016. Per ogni informazione, è comunque possibile consultare il sito http://www.canone.rai.it/"

Sono ancora a digiuno di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) con Unica password per tutti i servizi.



[ ** Richiesta codice PIN senza andare all'Ufficio postale
in alternativa è possibile, MA SCONSIGLIATO per i tempi di attesa:
andare onLine
https://telematici.agenziaentrate.gov.it/Abilitazione/Fiscon line.jsp
fornendo Codice Fiscale e i dati relativi alla dichiarazione dei redditi presentata nel 2015 (redditi 2014); (qualora non presentata, pare che il PIN sia richiedibile solo da chi non abbia avuto redditi da CUD]
Dopo 3 tentativi non corrispondenti a dati dell'agenzia, la richeista potrà esser presentata solo presso gli Uffici

BUONA audioVISIONE a TUTTI gli ITALIOFONI
e CONDOGLIANZE
28 marzo 2016 13:24 - lucillafiaccola1796
se lo chiamano canone, devono mostrarmi un contratto firmato in umido da Me! Canone dà diritto, sempre se c'è un "con tratto" ad un servizio. Senza la mia volontà non c'è servizio. Facessero una ricaricabile, che se voglio vedere delle puttanate, pago e le vedo, altrimenti, chezzo vogliono? Oscurassero le frequenze. Io mi posso vedere merdiaset che mi fa la pubblicità come rai ma non mi fa pagare. E poi effettivamente pagare cifre spropositate a quelle facce di raccomandati, sempre gli stessi dall'infanzia al de cesso, non scelti da me, non mi va. La serie leckin fazio,f di legno baglivo, carlucci fatte e rifatte, ecc ecc ecc....non se ne può più. Fanno lavorare solo i raccomandati... sempre la solita minestra avariata e scaduta
28 marzo 2016 12:57 - lucillafiaccola1796
come di eva il conducente degli Italiani all'epoca ed ancora conduce la maggioranza sempre degli italiani, pavidi krumiri forti coi deboli e vigliacchi coi forti? ME NE FREGO!!!! Compro televisorino da 150 euro..fotocopio scontrino fiscale...chiamo tv e gli intimo di venire a ritirare apparecchio tv e portarselo all'ionferno insieme a loro...la prova che non possiedo tv...e quindi non pago canone...e se necessario faccio seduta spiritica per contattare il grande NIkola Tesla e farmi rivelare il segreto dell'energia infinita...evvai!!!!
  COMMENTI
  (Da 1 a 17 di 17)