testata ADUC
Bollette gonfiate: come si arriva agli addebiti
Scarica e stampa il PDF
Modulo 
16 ottobre 2006 0:00
 

Partiamo dalla Delibera dell'Agcom, la numero 9/03/CIR, che recita: Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa. Risale al 2003. Sono previsti una serie di numerazioni a valore aggiunto (899, 70X, satellitari, ecc.) e ogni tipologia di numero ha in teoria una specifica destinazione: connessioni ad Internet, servizi vocali, ecc.
Le numerazioni maggiormente sfruttate negli ultimi anni sono state quelle satellitari (0088), ma soprattutto gli 899, di quest'ultimi ne sono stati autorizzati dal ministero oltre 140 mila, secondo stime, 80% e' attivo: clicca qui

Gli operatori telefonici (A), dai piu' grossi ai piu' piccoli, tutti regolarmente autorizzati e registrati, rivendono a loro volta i numeri ad aziende (B) che li utilizzano in teoria per fornire servizi. Dai classici siti pornografici a servizi informativi molto piu' puritani. A volte tra (A) e (B) si inserisce un intermediario.

Le truffe a volte avvengono tramite software, i dialers, che installandosi sul proprio pc fanno scattare una connessione a costi esorbitanti (anche 12,5 euro per una chiamata di un secondo). In alcuni casi, invece, si induce l'utente a comporre i numeri a pagamento tramite pubblicita' poco trasparenti: clicca qui

In altri casi, il nostro apparecchio, telefono o computer, non viene neppure sfiorato: clicca qui

I costi dei servizi sono addebitati nella bolletta dell'operatore fisso (X), come Telecom o Wind, e girati, previa trattenuta da parte di X, agli operatori titolari della concessione (A) e ai teorici fornitori di servizio (B). Per intenderci: l'utente paga a Telecom Italia (X), che a sua volta gira i soldi a GlobalStar (A) e alla societa' che fornisce tramite telefono informazioni meteo, l'oroscopo del giorno o "sesso telefonico"
PRIMO PIANO
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori