portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
Rinuncia all'eredità
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
30 gennaio 2012 0:00
 
Mio padre è morto qualche mese fa: aveva l' usufrutto della casa di cui sono proprietaria, e un piccolissimo terreno in comproprietà con gli eredi dei suoi 7 fratelli!
Siamo 3 figli: io e mio fratello abbiamo 2 figli ciascuno maggiorenni, l' altra mia sorella è deceduta pochi mesi dopo mio padre, ha un solo figlio, sposato e con 2 figli minorenni.
Pensiamo tutti di rinunciare all'eredità. Ma vorrei sapere:
1)con la mia rinuncia all'eredità, si verifica comunque il consolidamento dell'usufrutto o sono costretta ad accettare l'eredità?
2)la rinuncia deve essere fatta da tutti, onde evitare che per rappresentazione l'eredità passi ai nostri figli?
3)per mia sorella defunta, è sufficiente che rinuncino i suoi eredi all'eredità di mio padre?
4)e per i figli minori di mio nipote è necessario fare una richiesta al giudice tutelare?
5)la rinuncia dobbiamo farla tutti insieme o ciascuno per suo conto? e in ognuno dei casi quant'è la spesa?
Grazie.
Rosa, da Casamassima (BA)

Risposta:
premettiamo che se non siete nel possesso di beni ereditari (ad esempio, se avete la disponibilità della porzione di terreno, di un'automobile o altri beni del defunto), non c'e' bisogno di rinunciare; basta non accettare, non prendere mai possesso di beni ereditari, e in dieci anni decadete automaticamente. Se invece siete nel possesso di beni ereditari, dovrete rinunciare entro tre mesi dall'apertura della successione. Se poi pensate che possano esservi dei debiti, è sempre consigliabile rinunciare.
Per quanto riguarda le domande, andiamo in ordine:
1) no, il consolidamento si verifica indipendentemente dall'accettazione o meno dell'eredità, in quanto lei è già proprietario dell'immobile in questione (l'usufrutto non va in successione);
2) si', anche i figli degli eredi rinunciatari dovranno rinunciare, altrimenti subentrano direttamente per rappresentazione;
3) in questo caso non si tratta di rappresentazione, ma di trasmissione, essendo l'erede morto successivamente al de cuius; per cui i figli della sorella defunta dovranno rinunciare all'eredità del nonno, a meno che non abbiano già rinunciato all'eredità della madre;
4) si', i genitori dei figli minorenni dovranno fare ricorso al giudice tutelare chiedendo autorizzazione a rinunciare per loro conto; non c'e' bisogno di legale, è un ricorso molto semplice, e troverete anche dei moduli di ricorso sui siti dei tribunali; una volta ottenuta l'autorizzazione, i genitori dovranno procedere all'atto di rinuncia;
5) ognuno rinuncia per se stesso, quindi ognuno dovrà fare la propria rinuncia. Per quanto riguarda i costi, si tratta di fare un atto notarile se c'e' urgenza (dovrete farvi fare un preventivo da un notaio di fiducia, in ogni caso c'e' l'imposta di registro di 168 euro). In alternativa potrete rinunciare presso la cancelleria del Tribunale, e li' avrete solo i costi di cancelleria di circa 20-30 euro, oltre l'imposta di registro di 168 euro (ma spesso c'e' da attendere mesi e a volte anni per avere un appuntamento).
Consulenza
Ufficio reclami
LETTERE IN EVIDENZA
30 gennaio 2012 0:00
italia programmi
30 gennaio 2012 0:00
truffato da italia-programmi.net
30 gennaio 2012 0:00
Spese bancarie
30 gennaio 2012 0:00
sollecito italia-programmi.net
30 gennaio 2012 0:00
Rinuncia all'eredità
30 gennaio 2012 0:00
Italia-programmi
30 gennaio 2012 0:00
italia programmi service
30 gennaio 2012 0:00
Segnalazione Italia-programmi
30 gennaio 2012 0:00
italia-programmi.net
Donazioni
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori