testata ADUC
Residenza e Canone Rai
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
20 novembre 2013 0:00
 
Mia moglie, residente a roma, è titolare del canone di abbonamento rai. Per motivi di lavoro mi sono trasferito da roma a torino e ho acquisito a torino la residenza in una casa di mia proprietà, ma che è a disposizione di tutta la mia famiglia. Ovviamente nella casa c'è un televisore. La rai richiede da parte mia il pagamento del canone. E' corretto? Grazie.
Roberto, da Torino (TO)

Risposta:
formalmente e' corretto in quanto lei ha cambiato residenza. La legge infatti prevede che ogni canone rai si riferisca ad un nucleo familiare inteso come famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di televisori posseduti. Chi ne esce per l'Agenzia delle entrate forma un altro nucleo, quindi deve pagare un altro canone. E' difficile che possa evitare il pagamento, se non comunque puntando alla dimostrazione che nonostante la diversa residenza lei rimane membro del nucleo familiare che gia' paga il canone anche per la tv posta nella casa di Torino. Ad una richiesta formale di pagamento provi a rispondere in tal modo, facendo riferimento all'"abbonamento" gia' pagato per il 2013.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori