(Da 1 a 2 di 2)  
1 luglio 2014 6:11 - aduc6824
Gentili, nel 2002 all'età di 19 anni, sono stato condannato con patteggiamento a 10 mesi di reclusione + 4000€ di multa, anch'essa sospesa, (quindi non ho pagato neanche la multa).
Il reato è odioso, divulgazione, detenzione e commercializzazione di materiale pedopornografico in forma continuata. Premesso che all'epoca ero giovane, sprovveduto e non avevo soldi, ho dovuto scegliere un avvocato che costasse il meno possibile (non potevo accedere al gratuito patrocinio per l'isee di mia madre) che ha fatto poco per me e ha concesso alla polizia di inserire sia nel verbale di interrogatorio, sia poi nella sentenza, delle aggravanti alla mia posizione, ovvero che nei cd che ho venduto alla stessa polizia per 35 mila lire (circa 5) sotto copertura in cui si c'erano foto pedoporno ma mandatemi dalla stessa polizia (a parte 1 foto che effettivamente avevo scaricato io)vi erano oltre a numerose foto pedoporno non quantificate (circa 5-6 di cui tutte tranne una mandatami dalla poliza postale) anche un filmato sempre pedoporno.
Ma nel cd c'erano solo foto, nessun video era presente. Ora sono trascorsi 12 anni e vorrei chiedere la riabilitazione, naturalmente non ho più commesso altri reati ma volevo chiedervi, oltre a dimostrare il parziale risarcimento del danno (presenterò ricevute di versamento ad associazioni benefiche in campo minori)potrei menzionare al giudice questo fatto che ha aggravato la mia posizione, oppure è controproducente, visto che non ho nessuna prova a suffragio di ciò e tutto il materiale è stato distrutto. grazie dell'eventuale risposta!
28 marzo 2013 18:52 - silvio5627
Vorrei capire bene. In caso di condanna inferiore ad un anno, con beneficio della condizionale e della non iscrizione, dopo un anno la riabilitazione è automatica?.
Nel caso di una conadanna avvenuta più di 15 anni fa, la riabilitazione avviene automaticamente?
  (Da 1 a 2 di 2)